A caccia di siti per spanking? Ecco come trovarli!

Spanking è un termine inglese che significa letteralmente sculacciata; si tratta di un gioco erotico particolarmente popolare nel Regno Unito, in cui uno dei due partner sculaccia l’altro in maniera più o meno forte, per periodi di tempo anche prolungati.

Non sempre una sessione di sculacciate termina con un rapporto sessuale; a volte viene semplicemente inclusa in quelle pratiche BDSM che hanno lo scopo di creare un gioco di potere tra chi domina (nel caso specifico, lo spankers, colui che sculaccia) e chi viene dominato (spankee, colui che viene sculacciato); altre volte, invece, si tratta di una pratica fine a se stessa.

Le sculacciate sono un kink molto diffuso anche tra le coppie normalmente dedite solo al sesso vanilla, che apprezzano una sculacciata ogni tanto come forma di preliminare oppure come accompagnamento durante il sesso (per esempio, nelle posizioni da dietro).

Se volete praticare lo spanking in maniera seria, con delle persone disposte a venirvi incontro non solo fisicamente, ma anche mentalmente, vi consigliamo di provare i siti d’incontri dedicati allo spanking.

Si tratta di portali anonimi in cui potrete incontrare gente single (e non) con la voglia di trovare qualcuno con cui condividere le proprie piccole, innocenti deviazioni.

A differenza di quanto accade per altre tipologie di fetish, lo spanking non genera nei suoi appassionati un eccessivo senso di vergogna o di imbarazzo, perché si tratta di qualcosa che quasi tutti hanno sperimentato, almeno alla leggera. Se non avete esigenze particolari, potreste addirittura soddisfare le vostre fantasie con una persona conosciuta in un sito d’incontri generico; ovviamente le sculacciate non sono un argomento da tirare fuori dopo i primi messaggi, ma se state cercando un partner occasionale potrete comunque osare.

Qualora l’idea di parlare del vostro fetish vi causi disagio, scegliete un sito più generico ma comunque dedicato al sesso e magari al BDSM; questi portali possono diventare un ottimo punto di incontro per andare alla ricerca di qualcuno da sculacciare o che vi sculacci.

Scegli così i siti d’incontri per lo spanking (e altre pratiche alternative)

Se non sapete a quale sito d’incontri per lo spanking iscrivervi, avete due opzioni:

  1. Chiedere consiglio a un conoscente di cui vi fidate a sufficienza

  2. Scandagliare il Web alla ricerca di recensioni e feedback scritte dagli utenti reali che non vengono pagati per fare pubblicità ingannevole.

Se vi sentite in imbarazzo nel parlare con qualcuno dei vostri fetish, vi conviene iniziare da qualche classifica, (possibilmente stilata da un blog indipendente) di tutti i migliori servizi per gli amanti delle sculacciate e delle altre pratiche affini. Per ogni portale che vi sembra interessante, controllate le recensioni su Play Store e App Store, con particolare attenzione ai commenti negativi.

Assicuratevi che gli iscritti di vecchia data siano effettivamente riusciti a organizzare di persona degli incontri soddisfacenti e prestate molta attenzione alle recensioni in cui si nominano truffe e utenti fasulli; questo tipo di portali presenta sempre qualche profilo falso, ma deve trattarsi di un numero talmente esiguo da non inficiare la funzionalità del servizio.

Scegliete sempre una piattaforma con i messaggi illimitati

Lo spanking può essere praticato con le mani oppure con un apposito strumento (come un paddle o un oggetto di uso comune, come la spazzola); in ogni caso non si tratta di una pratica rischiosa per la salute, anche se le sessioni più vigorose possono lasciare arrossamenti visibili e talvolta lividi persistenti.

Non è possibile contrarre malattie sessualmente trasmissibili sculacciando o facendosi sculacciare, perciò potrete sperimentare senza troppa paura; tuttavia, potreste voler stabilire una connessione emotiva con il vostro compagno di gioco conosciuto online.

Per poter entrare in connessione con una persona nuova, è necessario scriversi spesso e magari videochiamarsi; assicuratevi che il portale d’incontri che userete vi consenta di sfruttare al meglio il sistema di messaggistica interno, così da poter aspettare il momento giusto prima di un incontro di persona.

L’importanza della privacy, della sicurezza e del supporto

Un sito d’incontri dedicato al sesso e alle sue sfumature feticiste deve essere in grado di garantire l’anonimato dei suoi partecipanti, proteggendo i loro volti e nomi da occhi indiscreti. Spesso queste piattaforme sono ricche di video spinti, tra l’erotico e il pornografico, e di fotografie dello stesso genere; assicuratevi che il sito prescelto sia in grado di garantirvi la sicurezza necessaria.

Alcuni portali permettono anche ai visitatori di visualizzare il materiale postato dai membri iscritti; chiedetevi se la cosa potrebbe in qualche modo disturbarvi e, in caso di risposta positiva, cercate un altro sito a cui iscrivervi.

Ricordate che un buon sito d’incontri è sempre in grado di tutelare i suoi utenti permettendo loro:

  • Di segnalare gli utenti e i contenuti inappropriati e offensivi

  • Consultare la sezione FAQ, nella quale trovare risposte esaurienti e il più possibile complete

  • Contattare l’assistenza clienti in qualunque momento ricevendo una risposta gentile, rapida e risolutiva.

Il parametro migliore per valutare l’affidabilità di un sito è attraverso il parere dei suoi utenti, pertanto, se il primo sito d’incontri non dovesse fare per voi, cercatene uno con delle recensioni migliori.

Come crearsi un buon profilo

All’interno dei siti d’incontri per spanking come in quelli più generici, il profilo è il vostro unico mezzo per catturare l’attenzione degli altri iscritti. Per quanto ogni portale abbia le sue regole, ci sono delle informazioni e dei dati che dovrete necessariamente condividere:

  1. Foto profilo: il tipo di foto da usare cambia in base alla tipologia di servizio scelto. Nei portali d’incontri generici dovrete usare un primo piano, magari aggiungendo come foto secondarie degli scatti a figura intera che vi mostrino intenti a praticare qualche vostro hobby; le foto dovranno essere tutte di qualità buona. Se invece sceglierete un sito dedicato al sesso, scatenatevi pure con le foto più oscene che vi vengono in mente (anche scattate nel bel mezzo di una sessione di spanking). Prima di mostrare i vostri genitali, assicuratevi che sia consentito dal regolamento del sito; in genere questi portali non hanno niente da ridire se mostrerete il pene o la vulva, ma vi inviteranno caldamente a non mostrarvi in volto per proteggere la vostra privacy.

  2. Informazioni sull’aspetto fisico: che il sito scelto sia generico oppure specifico, sicuramente vi verranno chiesti non solo età e luogo di residenza, ma anche qualche dato sul vostro aspetto fisico, tra cui etnia, tipo di corpo, colore dei capelli, colore degli occhi, presenza di tatuaggi e piercing, peso e altezza, presenza di peli corporei. Non è insolito che nei siti perlopiù dedicati al sesso gli utenti esprimano le loro preferenze sulla depilazione (anche intima) dei partner.

  3. Domande generiche sulla vostra vita: queste sezioni andranno compilate solo se sceglierete un’app di dating tradizionale nella speranza di conoscere gli utenti più piccanti. Qui potrete indicare l’orientamento politico/religioso, lo stato civile, il livello di istruzione raggiunta e il tipo di lavoro svolto, la presenza o la volontà di avere figli. Alcuni servizi vi proporranno anche di specificare il reddito, i gusti personali, gli hobby e lo stile di vita.

  4. Annuncio personale: questa sezione è molto usata dai portali specializzati, che vi proporranno di scrivere in poche parole chi siete, cosa vi piace e cosa state cercando. Specificate tutti i vostri fetish incluso lo spanking e non precludetevi l’idea di fare qualche nuova esperienza.

Per quanto il vostro profilo possa essere interessante e ricco di foto e dettagli, ogni tanto prendetevi la briga di contattare qualche utente di persona, senza aspettare che siano solo gli altri a contattare voi.

Siti d’incontri con appassionati di spanking: meglio gratis o a pagamento?

Purtroppo è impossibile rispondere prima di aver testato ogni singolo servizio, anche se è comunque possibile stabilire un piano per sfruttare al massimo sia i servizi d’incontri per spanking gratis, sia quelli a pagamento.

Iscrivetevi contemporaneamente a più app d’incontri gratuite, alternando servizi di nicchia a portali più tradizionali. Se volete praticare lo spanking a livello di vera e propria pratica BDSM, scartate fin da subito qualunque piattaforma generica e concentratevi solo su quelle specifiche.

Iniziate a selezionare i migliori siti d’incontri per spanking gratis, dedicati agli amanti della sculacciata e a tutti gli altri fetish; scoprirete che alcuni servizi gratuiti sono particolarmente efficienti, sicuri e funzionali pur non proponendo annunci o abbonamenti premium; solitamente questi servizi si basano sulle donazioni effettuate dagli utenti più facoltosi e soddisfatti.

Se questi portali non dovessero essere abbastanza, approcciatevi al mondo delle piattaforme a pagamento. Sappiate che non sempre un prezzo alto è una garanzia di un buon servizio (e viceversa); purtroppo il rischio di imbattersi in un sito truffa è sempre dietro l’angolo, perciò valutate sempre con attenzione i livelli di sicurezza raggiunti dal portale.

Molti servizi a pagamento consentono ai nuovi clienti di usufruire dell’iscrizione gratuita e di qualche funzionalità premium comunque limitata, che verrà sbloccata solo dopo l’acquisto di un abbonamento.

Abbonatevi solo se il sito è realmente affidabile e se le probabilità di conoscere uno o più partner sono tangibili (stando anche alle recensioni e ai pareri delle persone conosciute online).

I migliori siti d’incontri per chi ama lo spanking: le nostre conclusioni

Le sculacciate sono un piccolo piacere alternativo che molti si divertono a infliggere o a subire, ma per farlo è necessario incontrare il partner giusto. Se preferite un approccio online, potrete selezionare i migliori siti d’incontri gratis per spanking grazie alle recensioni che trovate su Web; poco importa se il portale è gratuito o meno, l’importante è che soddisfi i criteri che lo rendono funzionante:

  1. Un servizio di assistenza clienti pronto a rispondere, preparato e rapido a risolvere tutti i problemi che non trovano risposta nella sezione FAQ.

  2. Un buon numero di utenti reali attivi, che rispondono regolarmente ai messaggi. È importante che ci sia un afflusso regolare e costante di nuovi iscritti che possano mantenere viva e trafficata la piattaforma. La community deve inoltre dimostrarsi educata, rispettosa e sinceramente aperta ai nuovi incontri, senza perdite di tempo in chiacchiere.

  3. Un prezzo competitivo e delle funzioni efficienti che valgano il prezzo speso.

  4. Un sistema manuale di verifica dei profili basato sulle foto degli utenti oppure connesso alla tipologia di abbonamento acquistato.

  5. Delle buone recensioni da parte degli utenti di vecchia data. In genere, se un portale si dimostra una truffa, ci sarà sempre qualche anonimo ex iscritto pronto a dichiararlo senza troppi giri di parole (spesso anche con degli screenshot).

Sperimentate su tutte le piattaforme che rispondono a questi criteri e non abbiate paura di osare: chiunque sia dall’altra parte dello schermo non vede l’ora di incontrare qualcuno da sculacciare (o che lo sculacci)!